I giovani al primo posto

Ce lo ha ricordato a Torino, con passione, Renato Soru.

Degno contraltare, la Ministra ai ggggiovani che incita i ggggiovani a cercarsi un lavoro manuale nientemeno per tirarci fuori dal '68.

Soru e Meloni danno, oggi, un senso alle parole sinistra e destra.
L'uno richiama alla responsabilità collettiva ma in primis i genitori, affinchè stipulino con i loro figli un patto per lasciare alle nuove generazioni un paese migliore.
L'altra incita al fai da te, al sopravvivere, al darwinismo sociale. Cercati un lavoro qualsiasi e spera soprattutto che qualcuno te lo dia un lavoro, sottopagato e senza alcuna certezza del futuro.
A proposito di lavori manuali, mi piacerebbe vedere la Meloni (ma anche la Gelmini e Sacconi) spaccare pietre.

Loading Facebook Comments ...

Un pensiero su “I giovani al primo posto

Rispondi