Occhio alla Sicilia

I laboratori politici si sprecano, di questi tempi. Alcuni mettono in produzione l’esperimento. Altri no. Ma ce n’è uno che, personalmente, mi preoccupa. Ed è quello siciliano. Lombardo, dopo lo schifo che è riuscito a fare durante il suo mandato con la complicità di pezzi autorevolissimi del PD (Cracolici, Lumia), ha ufficializzato per l’ennesima volta, oggi, la data delle sue dimissioni. 31 luglio. Quindi andrà a fare il contadino, a coltivare erba, a spalare merda con le mani. Bene. Ma non è questo il punto. A meno che non intervengano i venusiani, si voterà in autunno. Quindi prima delle politiche. E in Sicilia il PD vorrà fare le prove generali per le alleanze. A quanto pare niente primarie, il candidato di PD e UDC sarà D’Alia. Con Rosario Crocetta a fare da guastafeste e Claudio Fava unico candidato credibile. Il PDL non pervenuto, per ora. Vi ricordo che alle regionali si vota a turno unico. Se l’asse PD-UDC terrà, diranno che quella è la strada maestra. Se sarà sconfitto, diranno che era un test regionale e proveranno ad andare avanti lo stesso. In mezzo, c’è la richiesta delle primarie, anche per i parlamentari. E i referendum del PD. Per evitare che il modello Sicilia diventi virale in tutto il Paese.

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Occhio alla Sicilia

  1. Pingback: Lo schema siciliano | [ciwati]

  2. nicoletta

    mi fa male vedere il mio leader berlinguer . si mi fa male xche’ non e’ la sinistra che purtroppo lui ci ha lasciato. non si rispettono piu’ i compagni .che nostalgia !!! quante lotte x il popolo. ridateci il nostro credo!!!!troppi accordi che non fanno bene all’italia. segretario bersani , ripeto non pensi solo all’italia ,pensi pure a noi siciliani!!!! il nostro candidato alla presidenza deve essere uno di noi !!!. collaborazione si ma, presidente sicila “rosario crocetta!!! ciao berlinguer sei e rimarrai sempre nel mio cuore!!!!!!!

    Rispondi

Rispondi