PD Lazio, tra il dire e il fare

Pubblico volentieri l’appello di Serena Laudisa ai componenti delle commis-sioni regionali e provinciali per il congresso.

Care commissarie, cari commissari,

nell’inviarvi gli auguri di buone feste vi ricordo che da oggi 27 dicembre restano cinque giorni per dimostrare che avete fatto e che state facendo sul serio.

Che avete verificato le anagrafi di tutti i circoli laziali, e che da questi vi sono arrivati o stanno arrivando puntuali gli aggiornamenti sulla conclusione del tesseramento 2011.

Che tutti i segretari di circolo si stanno attenendo scrupolosamente alle procedure, hanno istituito gli uffici tesseramento e sono impegnati a trasmettere a tutti gli iscritti i programmi e le informazioni sul congresso e sulle quattro candidature – puntualmente presenti sul sito del PD Lazio – a garanzia di un voto consapevole per la scelta del nuovo segretario e della nuova assemblea regionale.

Che avete fissato le date per incontri pubblici con i quattro candidati in tutte province della regione che vi impegnate affinché vengano pubblicizzati con grande energia.

Che la torturata risoluzione di ridare una guida al PD Lazio attraverso la consultazione di iscritti ed elettori possa essere ora un’importante occasione per portare per le strade e le piazze della nostra regione i contenuti della battaglia per un’Italia più giusta e solidale che il PD sta portando avanti in Italia, nel Lazio, a Roma.

 E allora coraggio! Attiviamo gli animatori del programma di comunicazione integrata del PD Roma e progettiamo un pieghevole di 4 pagine A4 da distribuire a tutti i circoli del Lazio per volantinaggi all’esterno, che con una bella grafica colorata spieghi in modo semplice semplice le 3 azioni più importanti portate avanti dal PD negli ultimi 6 mesi rispettivamente in ambito nazionale, regionale e romano; che con lo stesso criterio indichi le prime 3 azioni che verranno intraprese nel 2012; e che a questi 9 punti di consuntivo e 9 punti di programma aggiunga l’invito a trovare nei circoli del PD un punto di riferimento e spieghi l’importanza di contribuire con il proprio voto consapevole alla scelta del dream team che dovrà rendere il PD Lazio sempre più organizzato, etico e utile alle sfide che attendono il partito nel Paese, nella regione e a Roma. E allestiamo all’esterno dei gazebo dei pannelli che ognuno dei candidati possa utilizzare per illustrare il suo programma.

E allora coraggio, dateci dei segnali forti e chiari! Segnali che smentiscano quelle voci che vorrebbero raddoppiare da 1 a 2 euro la quota da chiedere agli elettori come contributo alle primarie, quelle voci che bisbigliano che i circoli che non si attiveranno per allestire i gazebo potranno accedere al 100% dei contributi degli elettori, quelle voci che richiamano il bisogno di una campagna in linea con il periodo di austerità, ma dimenticano che una zona come il III municipio meno più di un mese fa è stata ricoperta a tappeto di costosi manifesti (a spese di chi?) che pubblicizzavano uno degli incontri che avrebbero già prematuramente incoronato uno dei quattro attuali candidati a segretario del PD Lazio.

Sono voci che andrebbero smentite da fatti, presto e bene; perché, accidenti, proprio non si adattano a un partito che vuole chiamarsi democratico. A quel partito, che fa quel che dice e dice quel che fa, che in tanti vorremmo. Contiamo su di voi.

Grazie per l’attenzione e sereno 2012 a tutti noi.

Loading Facebook Comments ...

Rispondi