Archivi tag: Andrea Sarubbi

Peggio di Borghezio

Indovina chi l’ha detto:

“Se introduciamo il criterio dello jus soli, ossia l’automatica cittadinanza italiana per chiunque nasca sul nostro territorio, rischiamo di trasformare l’isola di Lampedusa o il porto di Ancona o la stazione di Trieste nelle succursali della più clamorosa clinica ostetrica d’Europa.”

 

Ius soli (basta che nun so’ sòle!)

In tema di calcio, alla 20a giornata sono primo e soprattutto ‘sta Juve dell’altro capitano Conte (quello vero vero vero è uno solo, grazie) mi piace, a parte il Tronista che veramente avrei evitato di portarlo a giocare pure all’Achillea, la squadra di mio figlio di nove anni. Ma tant’è. Però questo post di Andrea Sarubbi me l’ero perso. Che poi, in effetti, Andrea riprende una lettera di Emiliano Boschetto. Insomma, un discreto giro di post. Un post del post del post. Comunque, sono completamente d’accordo a metà col mister, per dirla in soccerese. No, anzi, so’ proprio d’accordo. In ritardo, ma sono d’accordo.

I nuovi cittadini sono i benvenuti

“Mi auguro che in Parlamento si possa affrontare anche la questione della cittadinanza ai bambini nati in Italia da immigrati stranieri. Negarla è un’autentica follia, un’assurdità. I bambini hanno questa aspirazione”.     Giorgio Napolitano

Introdurre anche nel nostro paese lo ius soli è sacrosanto. Pensare che al compimento della maggiore età un ragazzo nato e cresciuto in Italia da cittadini stranieri, che magari non ha mai messo piede nel suo Paese d’origine, che parla il nostro dialetto, sia espulso se non ha un lavoro è un’aberrazione. La Lega se ne faccia una ragione. E pure Cicchitto, socialista dei mei coglioni. E pure Gasparri il picchiatore.

Pro memoria

Perchè non si può mai sapere cosa ci riserva il futuro. E magari un giorno potrà essere utile, tirare fuori ‘sta foto. Chi può dirlo.