Epifanio

Sei al cinema, in fila come tutti. Prima visione della Palma d’Oro a Cannes. Film attesissimo. Arriva il classico energumeno con smandrappata al seguito che salta la fila e fa il biglietto prima di tutti. Tu non riesci ad entrare, erano gli ultimi due posti. La tua ragazza ti guarda con aria schifata e pensa che sei un senzapalle. Già lo sa che al posto del cinema la aspetta la pizzettina e il gelatino, con il limoncello a chiudere. Limoncello si, limonata no. Tu accenni ad una protesta, e fai notare all’energumeno che c’era una fila. Lui ti guarda tipo Antonio Inoki prima di spezzarti le ossa e ti ritiri buono buono. Dopodichè passi tutta la serata a chiosare sull’abbigliamento dei due, sulle maniere inurbane, sulla gggggente che è proprio cafona, ma davvero. Il patto di convivenza civile si è rotto. inesorabilmente. Tempo due giorni la tua ragazza ti lascia.

Cambia lo scenario. Berlusconi condannato passa sopra ogni regola democratica, chiede la grazia automatica, minaccia la guerra civile e vuole far cadere il governo se lui, condannato, non potrà riformare la giustizia. Il suo fidanzato, Epifanio, risponde: ma mica vorrai venir meno al patto con gli italiani? È una questione di convivenza civile. Tempo le prossime elezioni, il tuo elettorato ti lascia.

Loading Facebook Comments ...

Rispondi